Tag

, , , , , , ,

IMG_3472

Rischio spoiler: basso

Confesso che Paperoga è il mio personaggio Disney preferito in assoluto. Amo i suoi capelli scarmigliati da anticonformista e ho sempre pensato che, a livello di “sballo”, potesse primeggiare anche sul celebre Pippo reinterpretato da Pazienza.
Il nuovo mensile che lo vede titolare (3,50 € per 64 pagine), firmato da Faraci, Bolla e Sio con il contributo di altri autori Disney e riproponendo anche alcune vecchie storie, è una rivista di piccolo formato su carta ruvida, piena di rubriche, giochi e fumetti devoti all’umorismo surreale e nonsense. Sfogliandola, si ha l’impressione di essere capitati dentro un grande caos grafico, ma si tratta di una confusione divertente e stimolante, perché quasi in ogni angolino dell’albo sono presenti battute e trovate da scoprire, come le mini-strisce di Bolla piazzate in fondo alla pagina.
Il gusto e l’impostazione della rivista devono molto a Sio e questo è un bene, perché l’umorismo dell’autore veronese, personale ed insolito, spicca decisamente in un panorama abbastanza tradizionalista come quello italiano. Si tratta, in definitiva, di una pubblicazione quasi sperimentale e con un’impronta autoriale, che riesce a portare a termine con successo e freschezza il difficilissimo compito di far ridere.

Consigliato a chi non si prende troppo sul serio ma anche a quelli che ancora si ostinano a dire che Sio non sa disegnare: forse leggendo Ridi Paperoga si accorgeranno che non è vero e magari inizieranno anche a capire come dovrebbe funzionare un fumetto.

Alessio Bilotta

Annunci