Tag

, , , , ,

Battaglia 6

Ci sono pochi dubbi sul fatto che Padre Pio sia l’icona pop italiana più riconoscibile e presente degli ultimi anni, quando la sua immagine ha iniziato a comparire su agendine, portapillole e perfino un gioco da tavolo, oltre che sulla solita paccottiglia beghina che conosciamo bene.
Mancava giusto di vederlo sulla copertina di un fumetto, ma per fortuna ci ha pensato la benemerita Editoriale Cosmo sul numero di Battaglia in edicola adesso (qui tutti i dettagli), che inaugura una nuova incarnazione editoriale del personaggio creato da Roberto Recchioni e Leomacs dopo la straordinaria e irriverente sequenza di 5 numeri che l’ha preceduto.
Lo spunto per il soggetto di Recchioni, sviluppato dalla sceneggiatura di Giulio A. Gualtieri, è stata la trasferta della salma di Padre Pio a Roma nello scorso febbraio, con tutto il suo affollatissimo contorno di fedeli adoranti. Scopriamo che anche il vampiro Pietro Battaglia ha partecipato all’evento, in memoria del suo precedente appuntamento con “il Pio”, un violento scontro all’ultimo sangue con la partecipazione di picchiatori fascisti e devotissime donne sadiche.
Battaglia ce la mette tutta per spodestare Pio dal trono di icona pop italiana, con la divertita volontà di mostrare tutte le contraddizioni insite in quella figura e, più in generale, di attaccare le strumentalizzazioni nascoste dietro al vessillo della religione. Lo fa a suon di cazzotti, calci e morsi, in un concitato bagno di sangue reso al meglio dal segno grezzo e robusto di Valerio Nizi, abile anche a nascondere alcune incertezze con un approccio sempre aggressivo e dinamico.
Nei nostri cuori Pietro Battaglia è già un’icona di riferimento, ma sappiamo che c’è ancora molto lavoro da fare per superare gli oltre 342.000 “like” di Padre Pio TV. Ci auguriamo, quindi, che l’opera di convincimento dei noiosi e degli scettici prosegua ancora, con tante altre avventure sporche e selvagge come questa.

Alessio Bilotta

matita-padre-pio

Annunci