Tag

, ,

cover

Tutti, a ben vedere, hanno un cuore. Anche quelli che pensano forte, così forte da doversi rifugiare nel sarcasmo e nel cinismo, per non impazzire. E quindi anche i caustici Scarabocchi di Maicol & Mirco hanno un cuore, ne sono sicuro. Certo, osservando quegli omini tutti storti e profondamente inadeguati alla sopravvivenza, è un po’ difficile da credere, ma immaginiamo di avvolgere con la squillante carta rossa che li contiene una morbida palla. Ecco, allora possiamo provare a vedere lo stesso mondo da un’altra prospettiva, altrettanto reale e rivelatrice.
È quello che succede in Palla Rossa e Palla Blu, l’ultimo libro di Maicol & Mirco in uscita oggi per Bao in una lussuosa edizione cartonata (240 pagg., 18 €), che raccoglie le storie apparse sul mensile G Baby più un episodio conclusivo inedito. Questo, come tutti i precedenti, è un libro bellissimo perché ti arriva direttamente al cuore, ma stavolta serve per riscaldarlo, non per farlo a pezzettini. Le avventure del rotondissimo Palla Rossa e del suo amico inseparabile Palla Blu (…che sembrerebbe quadrato, ma non ditelo a Palla Rossa!), infatti, sono storie brevi e delicate che hanno a che fare con la scoperta e la meraviglia, perché anche un mondo lineare fatto di forme semplici e colori primari può essere straordinario e sorprendente. Così com’è sorprendente l’abilità di Maicol & Mirco nell’intenerire il lettore utilizzando figure geometriche elementari, apparentemente fredde, che diventano vive grazie a invenzioni grafiche raffinatissime nella loro semplicità.

Se qualcuno dicesse che Palla Rossa e Palla Blu è un libro per bambini, non credetegli, sarebbe un’informazione parziale: si tratta in realtà di un libro universale, che ha tanto da dire anche agli adulti, soprattutto a quelli che, nella fretta, hanno smarrito i loro amici immaginari e hanno dimenticato cos’è la frinchezza.

Alessio Bilotta

PALLAROSSABLU011

Annunci