Tag

, ,

nl22jan1972a

Nel 1972 Neal Adams, uno dei più celebrati e influenti disegnatori di comics di tutti i tempi, aveva già realizzato episodi memorabili per The Avengers e Batman, e stava per concludere l’acclamato ciclo di storie di Green Lantern e Green Arrow, quello dove, per la prima volta, i supereroi affrontavano il razzismo, l’inquinamento e addirittura l’eroina. L’album doppio Jesus Christ Superstar era uscito due anni prima, e la trasposizione cinematografica avrebbe debuttato l’anno seguente, mentre l’infernale Son of Satan aveva esordito nel 1971 su Marvel Spotlight con la sua serie personale.
Proprio nel 1972, per colpa di Michael Choquette e Sean Kelly ai testi e, ovviamente, Neal Adams ai disegni, fa il suo debutto sul #22 di National Lampoon un bizzarro e irriverente personaggio che sembra una scoria impazzita schizzata fuori dal ribollente calderone pop descritto in precedenza. Sto parlando di Son-O’-God, cioè una versione supereroica di Gesù in lotta contro il cattolicesimo e il Papa (che è anche l’anticristo, ça va sans dire) e il cui alter ego è un nerd ante-litteram di Brooklyn. Ha il volto bello e solenne di Ted Neeley, la muscolatura scolpita di Batman e un costume abbastanza ridicolo che ricorda in tutto e per tutto, al negativo, la mise di suo cugino, il già citato Figlio di Satana della Marvel.
MarvelSpotlight12CoverLe 5 brevi storie di cui è protagonista Son-O’-God sono avventure satiriche nelle quali vengono prese di mira le religioni e la società americana del tempo, con chiassose battute che oggi definiremmo politicamente scorrette anche contro l’Islam e Israele, il cui paladino è nientemeno che Zimmerman, avido alias superumano di Bob Dylan.
trrrzimmermanÈ interessante notare come molte trovate siano ancora attuali, anche se per noi amanti delle immagini in sequenza quello che rende imperdibili queste storie sono senz’altro i disegni super-naturalistici di Neal Adams. Sono tavole come sempre ricche di dettagli e caratterizzate da inquadrature fortemente drammatiche che, se nelle epopee con gli eroi in costume servivano a enfatizzare la tensione, qui amplificano la stravagante comicità con un effetto iperbolico.
Un fumetto misconosciuto che puoi recuperare qui nella sua interezza, e che senz’altro renderà più piacevole il tuo Natale. Goditelo fino in fondo con gli auguri di Slowcomix.

Alessio Bilotta

santa

Advertisements