Tag

, ,

 Mi scuso con violenza per aver cannato l’appuntamento della scorsa settimana, ma ho una valida scusa: me ne ero dimenticato sono stato due giorni in ospedale per una delle esperienze più brutte, drammatiche e dolorose della mia vita, una colica renale.
Ecco, io non ho molti nemici, a parte Licio Gelli, il mio postino, il mio ex collega Hussain Ahmed, Pierluigi Diaco, tutta la dinastia juventina partendo da dirigenti, allenatori, giocatori, fisioterapisti, custodi dello stadio, i pipistrelli dell’uva, Sergio Staino, il monarca Nembrotte, quel tizio che una volta mi passò avanti in fila in banca, l’alopecia androgenetica, la burocrazia e Carlo Conti, ma a nessuno di costoro (forse a quello che mi passò avanti in fila in banca sì) augurerei una colica renale. Un dolore indescrivibile, incomunicabile, che mi faceva ripensare a quando mi sbriciolai il ginocchio destro come ad una tenera età dell’oro.
Spero perdonerete quindi questo ritardo.
Approfitto comunque di questo breve momento di poesia per ringraziare pubblicamente tutti i medici, gli infermieri e gli assistenti del Pronto Soccorso e del reparto DEA dell’Ospedale di Prato, che si sono presi cura di me imbottendomi di oppiacei mentre aspettavo che il calcolo di 3 mm si facesse strada nel mio corpicino di orsetto verso la sua naturale via d’uscita.
Anche se…nel mio letto di procuste, sfinito dal dolore e dalle droghe, ricordo di aver visto avvicinarsi una figura furtiva, rapida, letale, iniettarmi una dose risolutiva di cortisone, misurarmi la temperatura, la pressione per poi svanire nelle ombre.

The Adventures od Dr McNinja è, com’è ovvio, il resoconto delle avventure di un medico ninja. Creato, scritto e disegnato da Christopher Hastings, il fumetto è un concentrato di non-sense esilarante, una escalation di follia. Il dottore, dotato di capacità di combattimento e agilità sovrumane (in quanto ninja), combatte contro boscaioli giganti, dinosauri, zombie, pirati (soprattutto pirati, vera arcinemesi dei ninja), cloni malvagi dal futuro, vampiri, unicorni, ma soprattutto combatte a colpi di spada, shuriken, nunchaku il buon senso e la logica.
Hastings era un membro attivo del forum di Something Awful con il nome di DrMcNinja. Invitato a disegnare il proprio avatar, si ritrasse come un ninja armato di stetoscopio, tanto pronto a curare i propri pazienti quando ad ucciderli.
Con un senso dell’umorismo tanto esagerato da ricordare quello di Axe Cop (e infatti c’è un team-up tra i due) The Adventures of Dr McNinja accumula storie esagerate come un barone di Munchausen ipertrofico, necessarie per saziare l’appetito di un pubblico voracissimo: oltre a ricevere diversi riconoscimenti, il fumetto è stato pubblicato in cartaceo della Dark Horse e presto vedrà un altro salto di medium, diventando un videogioco (qui la sua campagna Kickstarter).
McNinja è nato come una battuta, un gioco tra amici, e sta lentamente diventando un business.
Viva i fumetti, viva internet, viva i dottori ninja (ed abbasso i calcoli renali).

Heike

Risorse web:
The Adventures of Dr McNinja
Il sito di Christopher Hastings

Annunci