E così è passato un anno. Un anno da quando decisi, senza neanche pensarci troppo sopra, di pubblicare un post quotidiano su un fumetto diverso ogni volta.
Ecco quindi gli inevitabili bilanci che, come vuole la tradizione, comprendono delle considerazioni generali, i ringraziamenti e qualche numero.
Inizio subito dicendo che sono molto soddisfatto di questa esperienza, anche se un po’ stanco, perché rispettare la scadenza giornaliera per un anno è stato qualche volta abbastanza complicato. Sono contento, comunque, non solo per essere riuscito a portare a termine una piccola impresa, ma anche perché, in questo modo, ho contribuito a far conoscere sia la nostra associazione sia tanti fumetti belli, e questa è sicuramente la cosa più importante. Mi piace ricordare, infatti, che lo scopo di Un fumetto al giorno era (è?) soprattutto divulgativo, e anche per questo ho parlato pochissimo di albi o libri che non mi sono piaciuti, perché non è mai stata mia intenzione affiancarmi alla critica ufficiale, certo molto più preparata di me. Ho parlato, positivamente, anche di fumetti che non rientrano troppo nei miei gusti, ma ho ritenuto giusto farlo proprio per lo scopo della rubrica, cercando quindi di evidenziarne i valori più o meno assoluti, aldilà delle preferenze personali.
Mi rammarico un po’ di non essermela sentita di scrivere su alcune opere di grande rilevanza (tipo unastoria di Gipi), mentre se non ho quasi mai consigliato nessuna pubblicazione realizzata da amici, l’ho fatto solo per pudore e per il timore di non essere sufficientemente distaccato. So che mi potete capire!


– Ringraziamenti –
Il primo pensiero va sicuramente a tutti quelli che hanno seguito la rubrica, un piccolo esercito di sconosciuti (…pochissimi i commenti ai post, ahimè…) che ha reso questa avventura qualcosa di più che una semplice sfida con me stesso. Immediatamente dopo viene l’amico Filippo alias Heike che, con entusiasmo e bravura, sta portando avanti la rubrica sui webcomics, forse l’unica di questo tipo in Italia; a seguire, tutti gli addetti ai lavori (autori soprattutto, ma anche studiosi) che hanno voluto ringraziarmi per gli articoli che ho dedicato a loro e al fumetto in generale. Mi ha fatto davvero molto piacere averli conosciuti, seppure solo virtualmente, e spero davvero, prima o poi, di incontrarli anche di persona.
– Statistiche –
Sono stati pubblicati fino ad oggi, 311 post in totale (di cui 42 ad opera di Heike), più 4 post multipli per le occasioni speciali (Estate, Lucca Comics, BilBOlbul e Natale).
Il post di gran lunga più letto (612 visualizzazioni) è stato quello su Chef Rubio – Food Fighter, grazie principalmente alla condivisione dell’articolo sulla sua pagina FB da parte di Diego Cajelli e, forse, anche al fatto che fosse di stretta attualità.
Sui podi più bassi del podio troviamo il post su Astrogamma di Lorenzo Ceccotti (446 visualizzazioni, e anche questo condiviso dall’autore) e, sorprendentemente, quello dedicato al porno-horror d’antan Belzeba (357 visualizzazioni), segno che, probabilmente, le carte della nostalgia e del trash sono quelle che ancora funzionano meglio.
Il post meno visto, invece, è quello dedicato a La puttana P getta il guanto di Anke Feuchtenberger (appena 14 visualizzazioni), che oltre ad essere troppo brevemente incentrato su un lavoro invero piuttosto complesso, è stato anche pubblicato durante BilBOlbul, ma senza essere condiviso su Facebook.
Numeri sicuramente non straordinari nel complesso, e che magari farebbero sorridere le superstar di internet, ma a me sembrano lo stesso bei risultati, sia perché sono totalmente a digiuno di tecniche di comunicazione, e sia perché non ho mai voluto cavalcare l’onda delle facili polemiche, che in genere creano sempre molto interesse, soprattutto se sono violente, livorose e inutili.  
– Conclusioni –
Non so ancora se e come questa rubrica di consigli fumettistici proseguirà, perché ho in mente anche altre idee per il blog, quindi preferisco prendermi qualche giorno di pausa per pensarci su bene, ma sicuramente andrà avanti la rubrica di Heike sui webcomics.
Nel frattempo, mettete “mi piace” sulla  pagina FB di Slowcomix e recuperate qualche fumetto di quelli consigliati che non avete ancora letto, io tornerò presto, promesso! 

Alessio Bilotta
Annunci