Tag

,

Temo che questo eccellente lavoro si sia un po’ perso in mezzo alla miriade di uscite che ogni mese affollano gli scaffali, perché non mi è riuscito trovare nemmeno una recensione. Io ammetto di averlo preso solo per i disegni di David Rubín (autore che amo moltissimo e di cui ti avevo già parlato qui) e davvero non sapevo cosa aspettarmi dal soggetto, non avendo ancora letto/guardato (mea culpa!) il precedente Battling Boy, di cui questo fumetto dovrebbe rappresentare un prequel. Il lavoro alla sceneggiatura del pluripremiato Paul Pope e del regista e autore di videogiochi J.T. Petty, mi ha invece piacevolmente sorpreso: nulla di sconvolgente o di particolarmente innovativo, intendiamoci, però si tratta di un fumetto divertente, emozionante e che non ti concede mai un attimo di respiro, ovviamente impreziosito dai disegni di Rubín, che forse in questa sua ottima e più recente prova accentua ancora di più l’aspetto caricaturale e “cartoonesco” dei personaggi.
Ma chi è Aurora West? È la figlia adolescente del cacciatore di mostri Haggard West, e apprendista cacciatrice di mostri lei stessa, impegnata con il padre nella difesa della città di Arcopolis, oppressa ormai da diversi anni dall’invasione di misteriose creature che rapiscono i bambini.

Si tratta di un’ulteriore rivisitazione del mito moderno del supereroe che, pur non aggiungendo nessun vero elemento di novità, risulta fresca e accattivante, oltre che autenticamente contemporanea, frullando in maniera furibonda decine di suggestioni fantastiche e avventurose che tutti conosciamo e amiamo. Come ho già detto altre volte, apprezzo in modo particolare quei fumetti che hanno una cifra stilistica un po’ “sopra le righe”, anche perché sfruttano al meglio la possibilità insita nel disegno di dare vita a creature, mondi e tecnologie che forse solo attraverso il segno possono riuscire così sexy e convincenti. Ecco, Aurora West rientra pienamente in questa categoria, perché non è altro che un campo di battaglia bidimensionale in cui gli autori possono scatenare selvaggiamente la loro fervida immaginazione.
Il volumetto, per il quale è previsto un seguito, ha un formato più vicino a quello tradizionale dei manga, conta 160 pagg. in b/n, costa 13€ e si può acquistare in libreria, in fumetteria e ovviamente direttamente dall’editore (qui).
Voto: 8
Alessio Bilotta

Annunci