È proprio vero quello che afferma Paolo Bacilieri, l’autore di Fun: in Italia è praticamente impossibile che esista qualcuno che non ha mai avuto a che fare con la Settimana Enigmistica (leggi qui). Vorrei chiosare aggiungendo che, probabilmente, La Settimana EnigmisticaTopolino sono gli unici giornali ad essere entrati almeno una volta in tutte le case italiane, quasi a rinsaldare quei rapporti fra fumetto e parole crociate che il libro di Bacilieri scopre e racconta. Io, in particolare, associo quest’accoppiata ad antichi ricordi estivi, fatti di lunghi pomeriggi passati a leggere le avventure di topi e paperi e a tentare di risolvere i giochi più facili della rivista che “vanta innumerevoli tentativi di imitazione”, e fra le cui pagine spesso sono apparsi anche fumetti veri e propri.

Il libro che consiglio oggi, un bel volume al quale presto dovrebbe seguire un secondo, racconta proprio la storia dei cruciverba (il primo fu pubblicato sul quotidiano New York World nel 1913), attraverso ricostruzioni e gustosi aneddoti e intersecando il filo conduttore con alcuni episodi che hanno come protagonista il consueto alter ego di Bacilieri, Zeno Porno. In particolare, oltre a brevi storie che rappresentano quasi degli intermezzi, proprio come le “spigolature” o le vignette umoristiche all’interno della Settimana Enigmistica, è la trama parallela con Zeno e lo scrittore Pippo Quester, che a sua volta sta scrivendo un libro sulla storia del cruciverba, a completare la narrazione, proponendoci situazioni bizzarre, ragazze affascinanti ma pericolose e una serie di riferimenti continui e affettuosi alla cultura e alla storia del fumetto che faranno la gioia di tutti gli appassionati (memorabili le tavole con Testa di Martello, un antagonista secondario dell’Uomo Ragno).

Come in tutte le opere di Bacilieri, la parte grafica è sempre molto ricca e seducente, sia perché possiamo ammirare il gran lavoro di ricerca fatto dall’autore, sia perché tutti i suoi personaggi abitano in quello spazio speciale che sta fra la sensualità e il grottesco e che forse può appartenere solo al fumetto. Splendide e indimenticabili tutte le ambientazioni, tremendamente sexy tutte le ragazze disegnate, ma dove si supera l’eccellenza è nel taglio delle vignette e nel montaggio delle tavole, che richiamano e reinterpretano le griglie e i formati tipici delle parole crociate.

Ho sempre preferito i libri che mi hanno fatto scoprire cose nuove in modo divertente, ed è per questo motivo che amo moltissimo Fun, un gioiello del fumetto contemporaneo che mi sento di consigliare a tutti.

Il volume è stato presentato a Lucca, ha 144 pagg. in b/n (gli intermezzi sono a colori), costa 18€ e si può trovare in libreria oppure acquistare direttamente dall’editore (qui).

Voto: 9

Alessio Bilotta

Advertisements