Tag

,

Di fumetti che si presentano come “romanzi grafici erotici” non ne ricordo nessuno, a parte questo. In effetti è una dicitura insolita, che costituisce quasi un ossimoro, perché associa il graphic novel, un tipo di fumetto che quasi sempre affronta tematiche seriose e deprimenti, alla sessualità, che, quando non è un mero esercizio masturbatorio, dovrebbe essere associata al gioco, all’amore e alla gioia. O almeno contrapposta alla morale corrente, come nelle migliori opere di Manara.
L’autore del fumetto che consiglio oggi, Dave McKean, ha raggiunto una grande notorietà negli anni ’90, grazie ad opere sperimentali ed innovative come le cose in coppia con Neil Gaiman o lo straordinario Cages, e questa sua incursione nell’erotismo rappresenta secondo me uno dei suoi lavori più affascinanti. Si tratta di una sorta di versione porno di Attraverso lo specchio, realizzata mediante una sequenza narrativa di splendide illustrazioni a tutta pagina senza nemmeno una didascalia o un balloon.

La protagonista della storia è una donna che, nell’attesa che arrivi il suo uomo, si lascia sedurre da una misteriosa pellicola montata sul proiettore situato nel suo soggiorno, e contenente un filmato porno con protagonisti un uomo e una ragazza mascherata. Le immagini proiettate sul muro aprono un varco in un mondo dalle tonalità gialle e calde, in cui uomini e donne nudi fanno sesso in una piazza con al centro una fontana, in quella che è quasi una visione metafisica; ma questo è solo il primo dei molti universi che si schiuderanno al passaggio della donna, ciascuno con luci e colori diversi, e nei quali saranno innumerevoli i cambiamenti di stile dell’autore e le citazioni colte alla pittura e all’arte visuale in genere. Una festa e una sorpresa continua per gli occhi, e una mutazione costante dei corpi e degli ambienti, forse per restituire allo spettatore la magia dell’estasi sessuale sperimentata dalla protagonista nei suoi numerosi amplessi, consumati anche con creature fantastiche, come un diavolo superdotato e una specie di ninfa con 14 mammelle.

La maestria di McKean nelle invenzioni grafiche viene dimostrata in tutta la sua potenza e varietà, e accanto ai disegni quasi graffiati delle prime pagine, troviamo anche pennellate dense, composizioni ardite, giochi di luce e i suoi caratteristici fotomontaggi, che mescolano le illustrazioni con foto di oggetti quotidiani. 
Si tratta di un’esperienza visiva complessa e stimolante, che a tratti ricorda certe atmosfere di Eyes Wide Shut, soprattutto nelle sensazioni di inquietudine e ambiguità che sono trasmesse al lettore/spettatore. Da sottolineare, infine, come l’autore consideri la pellicola, e quindi il cinema tradizionale, come la porta principale per accedere ai sogni, quasi un omaggio struggente a un mondo che ormai non esiste più.
Il libro, uscito in Italia nel 2010, ha un’elegante edizione cartonata con sovraccoperta, è composto da 232 pagg. a colori e costa 22€. Lo puoi acquistare qui, direttamente sul sito dell’editore.
Voto: 9
Alessio Bilotta


Advertisements