Tag

L’abbiamo già scritto altre volte, ma per motivi a me non del tutto chiari, in Italia le strisce umoristiche a fumetti non hanno mai ricevuto molta considerazione da parte della critica e dell’ambiente fumettistico, se si eccettuano quei pochi titoli che conoscono più o meno tutti, anche perché le effigi dei loro protagonisti campeggiano su centinaia di articoli da cartoleria, tazze e gadget di ogni tipo. Forse molti addetti ai lavori e appassionati preferiscono far parte di una nicchia, anche se io non ho mai capito perché: mi sembra molto più interessante e stimolante riuscire ad apparire su riviste che non si occupano di fumetti, piuttosto che essere confinati negli scaffali delle librerie specializzate… o no?
Una bella rivista italiana di geopolitica e informazione che ha sempre tenuto in grande considerazione i fumetti è Internazionale, e infatti Mr. Wiggles, il fumetto di oggi, è stato pubblicato per anni proprio al suo interno, fino alla naturale conclusione, avvenuta con la pubblicazione dell’ultimo episodio nel 2012.
Il protagonista di questa striscia dell’americano Neil Swaab, come spiegato nelle vignette introduttive della prima raccolta italiana pubblicata nel 2007 (a cui ne seguirà una seconda nel 2009, Mr. Wiggles colpisce ancora) è, letteralmente, un “orsacchiotto drogato, omicida e assatanato di sesso” che quindi, nonostante il suo aspetto sciocco e innocuo da peluche, è un campione delle peggiori perversioni e nefandezze che si possono immaginare. La sua spalla è una sorta di alter ego dell’autore, un soggetto sociopatico e sfigato che tutto sommato non disapprova l’osceno stile di vita dell’orsetto di pezza, anche se non osa mai raggiungere le sue bassezze.
Mr. Wiggles è oltraggioso, volgare, cinico, razzista e disturbante; è dipendente da vari tipi di droghe e sguazza nelle più abiette devianze sessuali, ma più di ogni altra cosa è una voce controcorrente, tremendamente divertente e disgustosamente lucida, soprattutto quando mette alla berlina l’ipocrisia della società e i peccati mortali del Potere. Dopo tutto, come sbatte in faccia alla sua sconcertata psicanalista durante una seduta, dentro di lui “c’è solo gommapiuma”, quindi non ha nessuna anima da salvare, nessun senso di colpa da risolvere. Mr. Wiggles ha delle pessime abitudini e nessuna morale, e il suo schifoso modo di essere, che però è quasi puro nella sua sfacciataggine, ci diverte e ci fa vergognare, perché ogni risata che ci provoca riecheggia a lungo negli abissi della nostra coscienza sporca.

Qui puoi acquistare la raccolta (92 pagg. b/n al costo di 8,5 €)di cui ho messo la copertina all’inizio del post, mentre  qui trovi il sito ufficiale con tutte le strisce pubblicate.

Voto: 9,5

Alessio Bilotta

Annunci