Tag

L’autore del fumetto di oggi, il francese Joann Sfar, è probabilmente uno dei più prolifici del panorama contemporaneo, anche se non molto pubblicato in Italia. Negli ultimi tempi si è dedicato soprattutto all’attività di regista, con il lungometraggio Le chat du rabbin, vincitore del Premio César nel 2012, che adatta il fumetto omonimo realizzato dallo stesso Sfar in 3 volumi all’inizio degli anni 2000.
Forse la serie di Piccolo Vampiro (6 volumi dei quali soltanto i primi 2 editi anche in Italia) non è il suo lavoro più significativo, ma mi piace segnalarlo ugualmente perché lo ritengo uno dei migliori fumetti per bambini realizzati più di recente, che può essere molto godibile anche da parte degli adulti, particolare sicuramente da non trascurare.
La storia è molto semplice, e racconta di un vampiro bambino che esprime il desiderio di andare a scuola, come i suoi “coetanei”: per accontentarlo, la comunità di mostri e spettri di cui fa parte, organizza delle lezioni notturne nei locali di una scuola, stando però ben attenti a lasciare tutto così com’è, per non far insospettire alunni e professori all’indomani. Ma a Piccolo Vampiro le imposizioni non piacciono molto, e facendo i compiti sul quaderno di un bambino umano un po’ svogliato, riuscirà anche a farci amicizia, superando le barriere fra la notte e il giorno, fra i mostri e gli uomini, fra la solitudine e la fantasia. Dopo tutto, a ben vedere, persino il buio può essere luminoso.
Le tematiche dell’orrore declinate con dolcezza e ingenuità non sono certo una novità (basti pensare ai lavori di Tim Burton, fonte di ispirazione anche per Billy Nebbia, di cui ho parlato qui), però  questo fumetto appare particolarmente riuscito, grazie evidentemente al segno di Sfar, che rende benissimo quella sensazione di “spavento sotto controllo” in genere molto amata dai bambini. I mostri sono molto buffi, ma conservano lo stesso dei tratti leggermente inquietanti, e tutta la storia è permeata di quella tenera malinconia che alla fine della lettura lascia uno strano senso di serenità e struggimento insieme.
Consigliato a tutti, e specialmente a chi vuole, o avrebbe voluto, regalare della cacca alla maestra.
Il volume Piccolo Vampiro va a scuola (Petit Vampire va à l’école), è stato pubblicato da Kappa Edizioni nel 2004, ha 32 pagg.  a colori, costa 13,5 € e si può trovare qui.
Voto: 7
Alessio Bilotta

Annunci