Tag

, , ,

In questi ultimi tempi si fa un gran parlare di “realtà aumentata”, locuzione con cui si intende, secondo Wikipedia, “l’arricchimento della percezione sensoriale umana mediante informazioni, in genere manipolate e convogliate elettronicamente, che non sarebbero percepibili con i cinque sensi”. Insomma, più o meno come avere la propria pagina Facebook direttamente sovrapposta al nostro orizzonte visuale, in un bombardamento di dati che, a pensarci bene, mi sembra che le sensazioni le annienti, anziché migliorarle. Forse sarà perché sono nato e cresciuto nel secolo scorso, ma penso che la vera realtà aumentata sia piuttosto quella che ancora si affida ai supporti analogici, ampliando, attraverso suggerimenti e stimoli intellettuali, la nostra capacità di vedere oltre, anziché guardare in tutte le direzioni. Questo originalissimo lavoro realizzato da Francesco Frongia e dal quartetto jazz Musica Ex Machina, a partire dal capolavoro di Bulgakov, Il Maestro e Margherita, è un esempio formidabile di quello che sto cercando di dire, perché amplifica, moltiplica ed espande i percorsi narrativi e le suggestioni immaginative di un testo letterario già estremamente ricco e variegato per conto suo.

Si tratta di 9 brani del romanzo che ispirano ciascuno una traccia del CD allegato e una soluzione visuale, con il segno di Frongia che si reinventa in molteplici stili e tipologie di narrazioni per immagini (dall’illustrazione al fumetto propriamente detto), mutando in continuazione ma mantenendo lo stesso un’identità precisa e riconoscibile, così come la sua controparte musicale.

Un libro ibrido, prezioso, che si presenta in un’elegante edizione cartonata, ma anche un lavoro delicato, divertito e molto rispettoso del testo originale, che si rinnova in continuazione ad ogni nuovo ascolto e ad ogni nuovo sguardo. Potete ascoltare il CD, leggere/guardare il libro e poi riascoltare il CD, come ho fatto io la prima volta; oppure potete partire dal libro e poi ascoltare la musica, o magari sovrapporre le suggestioni sonore a quelle stampate sulle pagine. Vi consiglio di provare tutto e di inventare nuove combinazioni e sequenze, perché ciascuna di esse avrà un senso, e ciascuna di esse porterà con sé elementi nuovi ogni volta.
Francesco Frongia e Alessio D’Uva, editore del libro con la sua Kleiner Flug, sono da tempo amici di Slowcomix e miei personali, ma nonostante questa vicinanza, non sono in imbarazzo a parlare del loro lavoro, perché si tratta di un libro davvero particolare, ben fatto e coraggioso, che mi sento sinceramente di consigliare a tutti.
Alessio Bilotta
LA NOTTE CHE ARRIVÒ L’INVERNO
Kleiner Flug | 64 pagg. b/n | 18 €
Brani tratti da Il Maestro e Margherita di
Michail Afanas’evič Bulgakov
Disegni di
Francesco Frongia
Brani musicali di
Musica Ex Machina (con Daniele Sepe)
Reperibilità:
da richiedere in fumetteria o libreria oppure
direttamente all’editore (qui)
Voto: 8
Per saperne di più:
Advertisements