Tag

, , , ,

Copertina di Strange Tales Vol. 1 #130 (1965)

Lo dico subito, il fumetto di oggi non è un gran fumetto. Si tratta di una storiella abbastanza insulsa, perdipiù disegnata da uno dei matitisti meno dotati in forza alla Marvel negli anni ’60, e cioè il misconosciuto Bob Powell. In breve, la Cosa e la Torcia Umana dei Fantastici Quattro si recano con le rispettive fidanzate ad un concerto dei Beatles, ma non potranno assistervi perché impegnati ad inseguire una banda di comuni ladruncoli. Perché quindi lo segnalo? Un po’ perché si tratta di una curiosità, ma soprattutto perché è un buon esempio di quello che possono fare i fumetti quando non si prendono troppo sul serio. Immagino che oggi, con la questione dei diritti di sfruttamento dell’immagine delle celebrità, sarebbe estremamente più complicato realizzare una cosa del genere, ma mi sembra anche che quello spirito scanzonato non ci sia più (correggetemi pure se sbaglio, non sono troppo aggiornato sulle vicende del fumetto popolare americano). Forse perché ormai il fumetto sta diventando una nicchia sempre più chiusa, e magari l’appassionato non apprezzerebbe un’intrusione così grossolana del mondo reale all’interno delle storie, a meno che non si tratti del protagonista di qualche serie TV da nerd. In questo antico giornalino della Marvel, invece, mi sembra ci fosse il tentativo di essere contemporanei, e forse di incuriosire i numerosissimi fan del quartetto di Liverpool, che in quegli anni spopolava ovunque.

E in Italia? A parte le versioni “paperesche” di celebrità nostrane e non apparse nelle storie Disney, mi pare che non ci sia stato null’altro di considerevole, ovviamente escludendo le parodie più o meno violente e riuscite apparse nell’età dell’oro dei tascabili per adulti, di cui sotto potete vedere un imbarazzante esempio:
Sì, forse la cifra italiana può essere solo quella della parodia, in quel misto di disincanto e denigrazione verso i nostri personaggi famosi che è un tratto tipico del nostro popolo, salvo rare eccezioni. Credo che non vedremo mai un fumetto con, che so, Vasco Rossi che incontra… già, chi potrebbe incontrare? Di eroi popolari che agiscono nell’Italia del presente, per ora, non ce ne sono. Anche questo forse è un tratto tipico del nostro popolo, di eroi accettiamo solo quelli di importazione, e quelli creati in Italia agiscono sempre in altri luoghi o in altri tempi.
Alessio Bilotta
INCONTRO CON I BEATLES!
letto all’interno di:
Fantastici Quattro Gigante #21
Editoriale Corno | 64 pagg. colore | 600 L.
Sceneggiatura di:
Stan Lee
Disegni di:
Bob Powell (matite) | Chic Stone (chine)
Reperibilità:
l’albo in mio possesso si può cercare alle fiere e online,
la storia è stata ristampata in USA anche qui
Voto: 5

 

Annunci