Tag

, , ,

Invado, solo per una volta (…promesso!), il territorio occupato settimanalmente dal mio caro amico Heike per parlare di un webcomic. Lo faccio perché questo fumetto fa parte di una tipologia molto particolare, e cioè quella dei lavori divulgativi, categoria in genere abbastanza negletta e comunque relegata a opere per bambini o con intenti sociali, che spesso producono risultati terribili.
Il fumetto digitale di Erika Moen, aggiornato ogni martedì, si occupa invece di educazione sessuale, senza nessuna preclusione di genere o preferenza. Ci sono interviste a personaggi che lavorano nell’industria del sesso, recensioni di sex toy e un sacco di spiegazioni e approfondimenti su pratiche più o meno note, più o meno accettate. Tutto fatto sempre con molta chiarezza, responsabilità e leggerezza, senza sensazionalismi e con piacevoli strizzatine d’occhio umoristiche. I disegni forse non sono il massimo, ma tutto sommato risultano funzionali allo scopo del fumetto, e comunque l’insieme è piuttosto gradevole.
È interessante riportare le parole di Erika sul perché ha scelto i fumetti per parlare di educazione sessuale:
“Sex education is typically very dry. A wall of text about abstract concepts and then some alien diagrams—it’s really hard to relate that information to your own body. Comics are especially well equipped to teach people about their bodies, sexual options, and reproductive choices because they combine images and text together, making subjects approachable and visually appealing. And, hey, adding in a joke or two helps make people feel included in the conversation instead of being lectured at.”

Ha ragione, al di là delle giuste ambizione artistiche e letterarie che perseguono molti autori, il fumetto ha dalla sua anche l’enorme, e forse unica, capacità di semplificare i concetti e di renderli più divertenti e familiari. Il nostro sciagurato sistema educativo e scolastico non si è mai occupato davvero di educazione sessuale, se non per iniziativa di qualche coraggioso ed isolato insegnante: non sarebbe affatto una cattiva idea, secondo me, iniziare a farlo con i fumetti e con il sorriso, anche per iniziare a dissipare quella nebbia sporca e pruriginosa che da sempre avvolge le questioni sessuali in Italia.

Alessio Bilotta

Risorse web:
Oh Joy, Sex Toy
Sito di Erika Moen



Annunci