Tag

,

 

Questo numero di Un fumetto al giorno è un numero speciale, perché nasce da una notizia incredibile che ho letto stamani, appena alzato. La notizia la trovate qui, ed è veramente elettrizzante, soprattutto per gli appassionati di strisce umoristiche come me. In breve, la leggenda vivente Bill Watterson sarebbe ritornato sul tavolo da disegno per contribuire ad alcuni episodi di Pearls Before Swine, la bellissima strip di Stephan Pastis che va avanti dal 2001. Uso il condizionale perché ancora non mi sembra possibile, ma se anche fosse un scherzo di Pastis, sarebbe uno scherzo magnifico. Se qualcuno non conoscesse Bill Watterson, innanzitutto si vergogni, e poi sappia che è  il creatore di Calvin & Hobbes e quindi uno degli autori di fumetti più importanti ed influenti di sempre; se si dovesse fare una classifica, lo metterei subito dopo Charles Schulz. La notizia è elettrizzante, dicevo, perché Watterson ha smesso di lavorare ai fumetti da 20 anni, e vive da allora in un misterioso isolamento che ne ha fatto una specie di Salinger della Nona Arte.
Basterebbe questo, quindi, a far capire che Pearls Before Swine è forse la migliore striscia del momento, e sicuramente una delle più importanti di questo secolo, insieme a Mr. Wiggles, purtroppo conclusasi. Ma voglio spendere qualche parola in più,

anche perché è l’unico motivo che mi spinge tutti i mesi a comprare Linus, uno strano (e anacronistico) prodotto editoriale svuotato per me di quasi ogni interesse una volta che sono spariti diversi autori italiani (anche se Monty di Jim Meddick e Wumo non sono affatto male). Per farla breve, con Perle ai porci si ride, e di brutto: risate di pancia ma a volte anche risate amarognole, quando fa capolino la malinconia o quando i riferimenti sono alle cose brutte dell’attualità. L’ambientazione è ambigua, perché gli animali protagonisti frequentano bar e vivono in normali case per umani, con i quali, peraltro, interagiscono normalmente. Molti di essi sono diventati delle mie icone personali, e in particolare i due bizzarri coinquilini, il cinico e acuto Topo e l’ingenuo e sciocco Maiale, per tacere della tribù di rozzi coccodrilli che cerca in tutti i modi, sempre senza successo, di mangiarsi l’accorto Zebra. Spesso nella striscia compare anche il suo stesso autore, a volte ci si rivolge direttamente al lettore e ogni tanto sono ospiti anche personaggi di altre serie. Un concentrato di invenzioni e di citazioni divertentissime e intelligenti che sembra poter andare avanti all’infinito, e così infatti speriamo. Per ora godetevi questa striscia a quattro mani, l’ultima della collaborazione fra Pastis e Watterson, in cui l’impertinente bambina Libby altri non è che l’alter ego di Watterson stesso (i link delle precedenti sono nell’articolo di Pastis): con autori come loro, questa forma d’Arte avrà ancora vita lunga, nonostante tutto.

Alessio Bilotta
PERLE AI PORCI
(Pearls Before Swine)

Universal Uclick | striscia quotidiana

Testi e disegni di
Stephan Pastis

Reperibilità:
tutti i mesi su Linus e tutti i giorni qui

Voto: 9

Per saperne di più:
Blog di Stephan Pastis

Advertisements