Tag

, , ,

Aspettavo con grande curiosità questo fumetto, e anche se ho faticato un po’ per trovarlo, sono stato contento di averlo finalmente preso e letto. Mi sono accorto che probabilmente lo cercavo negli scaffali sbagliati delle edicole, visto che non si trova dalle parti di Tex ma a fianco del magazine ufficiale dedicato a Violetta. Si imparano tante cose, a cercare.
Si tratta di un progetto internazionale rivolto espressamente ad una fascia di pubblico molto particolare, e cioè quello delle ragazze pre-adolescenti, e già solo per questo merita molta attenzione, anche perché non si strizza l’occhio ai divi canori di turno, ma si stampa una rivista che praticamente è fatta solo di fumetti. Sostengo da tempo che l’emorragia di lettori si può provare a fermarla solamente cercando di appassionare i giovanissimi, e questo è un tentativo interessante che va in tale direzione, a mio modesto avviso studiato e realizzato molto bene. Il progetto originale è stato sviluppato con il contributo di Paola Barbato, Micol Beltramini e Barbara Baraldi, per il soggetto e la storyline, e da Diana Tomatozombie per il taglio grafico e l’aspetto dei personaggi, mentre il primo numero (e credo anche i successivi) è stato realizzato da un nutrito staff di autori disneyani con figure che ho fatto un po’ di fatica a capire e che riporto pari pari più sotto, a parte i coloristi che sono tantissimi. Un’operazione con molti ruoli e nomi, decisamente insolita per il mondo del fumetto.

Come si intuisce facilmente dalla copertina, si è cercato di essere al passo con i tempi, tanto che il titolo della serie non è altro che il nome del social network frequentato da tutti i ragazzi protagonisti del fumetto, e perfino la grafica e la costruzione delle tavole riprendono i temi e l’aspetto di Facebook; anche i disegni sono assolutamente contemporanei, quel mix ideale fra Giappone e Francia di cui esistono ormai molti esempi, con tanto di personaggini in versione “super deformed” per enfatizzare le emozioni. In questo primo numero sono introdotte le 3 protagoniste adolescenti e il loro mondo fatto soprattutto di sentimenti ed attività scolastiche, e si comincia a buttare qualche spunto qua e là per affrontare il delicato tema delle relazioni virtuali contrapposte a quelle reali. Insomma, un sacco di premesse interessanti che mi fanno venire voglia di vedere come prosegue la storia, anche se non faccio sicuramente parte del target pensato per questo fumetto; non ho la minima idea di cosa passi per la testa di una ragazzina dell’anno 2014, ma se avessi una figlia di quell’età sarei contento se leggesse Real Life.
Alessio Bilotta
REAL LIFE #1
ESISTE IL RAGAZZO PERFETTO?
Panini Comics | 64 pagg. colore | 2,50 €
Soggetto
Alessandro Ferrari
Layout
Alberto Zanon
Cleanup
Elena Pianta | Alberto Zanon
Emotidolls
Andrea Scoppetta
Sfondi
Valeria Turati
Reperibilità:
appena uscito in edicola, ci rimane fino al 21 giugno
Voto: 7+
Per saperne di più:
Advertisements