Tag

, ,

In genere i fumetti intimisti e minimali non mi entusiasmano troppo, ma questo bel volume che propongo oggi rappresenta un’eccezione. Contiene quattro racconti ambientati in periferie anonime e solitarie, proprio quelle le cui arterie sono segnate dai pali della luce, ed ha per protagonisti quattro coppie di giovani amici, una per ciascun episodio; c’è poi anche una quinta storia di ambito famigliare, realizzata con uno stile un po’ diverso. In queste brevi vicende non accade praticamente nulla, o almeno nulla di eclatante, e gli incerti tentativi dei personaggi di scuotersi dal torpore sembrano destinati ad andare tutti falliti, a sbiadirsi nella banalità. Sono lo stile del disegno, seppure non privo di incertezze, e il modo con cui sono montate le vignette, che mi hanno fatto preferire questo fumetto ad altri che trattano tematiche simili. Paolo Cattaneo, infatti, pur non avendo un tratto propriamente realistico, non ricerca nemmeno la semplificazione grafica e l’identificazione a tutti i costi lettore/personaggi che gli garantirebbe uno stile di tipo cartoon. L’attenzione con cui sono rappresentati gli oggetti e gli ambienti, inoltre, favorisce l’oggettivazione di chi legge/guarda, che può così entrare dentro quei mondi senza doversi immedesimare per forza nei protagonisti. Che infatti rimangono distanti e indecifrabili, e proprio per questo ci stimolano a cercare di capirne i pensieri non espressi, magari provando a completare i tanti spazi vuoti lasciati in calce alle tavole, un luogo indefinito dove le vignette sono spesso giustapposte in modo irregolare, come pezzi di mosaico fuori scala. Una grammatica del fumetto indubbiamente molto peculiare ma assolutamente funzionale al tipo di storie narrate; un autore da tenere d’occhio, mi sembra uno dei nomi più interessanti del panorama indipendente contemporaneo.
Alessio Bilotta
 
PALI DELLA LUCE
Inuit | 64 pagg. b/n | prezzo non indicato
Testi di
Filippo Balestra | Paolo Cattaneo
Disegni di
Paolo Cattaneo
Reperibilità:
presentato a Lucca Comics 2012,
si può acquistare direttamente dall’editore
Voto: 7
Per saperne di più:
Advertisements