Tag

, , , ,

La EC Comics è stata una casa editrice americana molto attiva nella prima parte degli anni ’50, con pubblicazioni di grande successo come Tales from the Crypt, Weird Fantasy e Crime Suspenstories: fumetti ormai entrati nella leggenda, sia perché ci lavoravano numerosi artisti davvero eccezionali, sia perché dettero origine ad una campagna censoria senza precedenti (con tanto di roghi pubblici!), che in poco tempo spazzò via l’editore dal mercato. Come si può facilmente intuire dai titoli, infatti, le tematiche trattate erano piuttosto “forti”, e non ci volle molto perché i soliti benpensanti accusassero questi fumetti di fomentare la delinquenza giovanile, anche grazie al supporto degli scritti deliranti e in malafede dello psichiatra Frederic Wertham.
Il fumetto di oggi è importante perché, oltre ad essere realizzato egregiamente, è uno dei primi racconti disegnati a prendere una decisa posizione contro il razzismo, e nel 1953 (anno di prima pubblicazione) i pregiudizi e le discriminazioni erano ben lontani dall’essere risolti. Non racconto la breve trama di ambientazione futuristica, limitandomi a sottolineare la sceneggiatura asciutta di Al Feldstein e le splendide tavole di Joe Orlando, che rimangono una pietra di paragone per tutto quello che c’è stato dopo. Questo fumetto ha però un’altra peculiarità, perché al momento della sua prima ristampa, nel 1956, l’autorità censoria del settore chiese all’editore Max Gaines di eliminare da una vignetta un personaggio di colore; naturalmente Gaines non acconsentì, e la storia fu ristampata nella sua forma originale, anche se poi l’albo in questione (Incredible Science Fiction #33) fu l’ultimo di quel tipo ad essere pubblicato. Una battaglia vinta a conclusione di una guerra persa, forse anche perché combattuta ad armi impari, che mi fa desiderare spesso di trasferirmi nella linea temporale in cui la EC Comics non è mai stata fatta chiudere: ho come il sospetto che quello potrebbe essere un mondo migliore del nostro.
Alessio Bilotta
IL GIORNO DEL GIUDIZIO
(Judgment Day)
all’interno del volume:
Weird Fantasy vol. 4
001 Edizioni | 192 pagg. b/n | 13 €
Sceneggiatura di
Al Feldstein
Disegni di
Joe Orlando
Reperibilità:
uscito nel 2013, si può acquistare
sul sito dell’editore (qui)
Voto: 8
Curiosità:
Il divertente film Artisti e modelle, diretto da Frank Tashlin nel 1955,
è pieno di riferimenti alla campagna mediatica contro i fumetti di quegli anni;
Jerry Lewis interpreta un lettore facilmente impressionabile innamorato di un’eroina dei
fumetti dell’orrore, la Donna Vampiro (Shirley MacLaine).
Qui un sito dedicato alla EC Comics
Gruppo di invasati intenti a bruciare fumetti pericolosi

 

Advertisements