Tag

, ,

Dico subito che gli adattamenti a fumetti (ma anche cinematografici) mi hanno sempre lasciato un po’ perplesso, perché non è facile farli bene. Spesso, anzi, si tratta più che altro di “riduzioni illustrate”, che poco aggiungono all’opera ispiratrice. A volte però capita di imbattersi in lavori ben fatti ed originali, soprattutto quando sono coinvolti dei grandi autori, come in questo caso. Rimando ai motori di ricerca per maggiori informazioni, ma si può affermare tranquillamente che Jacques Lob e Georges Pichard hanno fatto la storia del fumetto francese, benché da noi siano oggi un po’ dimenticati. In particolare, Pichard è uno dei disegnatori più sensuali che abbiano mai lavorato nel fumetto, e tutte le sue bellissime donne non possono lasciare indifferente nessuno, tante sono la malizia e la voluttà che le caratterizzano. Non mancano chiaramente neppure in questo felice adattamento dell’Odissea, e tutte, da Circe a Penelope, passando per Persefone e Calipso, hanno una loro identità precisa e un loro fascino del tutto peculiare, senza mai scadere nello stereotipo e senza mai tradire il mito originale. Il grande talento di Pichard riesce quindi nella difficile impresa di aggiornare la storia che tutti conosciamo mantenendone salde le radici, attraverso uno stile che è un curioso mix fra le figure classiche dell’arte greca e le suggestioni pop degli anni ’70 e ’80, con elementi presi dalla fantascienza, dai supereroi e dalle grafiche psichedeliche; molto bella, da questo punto di vista, la sequenza onirica con Circe, che diventa in questo fumetto la “drogatrice”, cioè una consumatrice di tutti i tipi di stupefacenti. Potrei citare anche Polifemo rappresentato come un robot gigante oppure l’ascensore in pietra per scendere nell’Ade, ma preferisco invitare tutti a intraprendere questo viaggio fantastico, arcinoto eppure nuovo: ne vale davvero la pena.
Alessio Bilotta
ULISSE
(Ulysses)

Orient Express | 128 pagg. b/n | 15.000 £

Sceneggiatura di
Jacques Lob

Disegni di
Georges Pichard

Reperibilità:
pubblicato nel 1985,
si può cercare nei circuiti dell’usato

Voto: 9
Advertisements