Tag

, , , , ,

 

Sono sempre stato affascinato dal cinema di genere italiano, rimasto per molto tempo nella geenna della Settima Arte ma, da una ventina d’anni a questa parte, rivalutato a dovere grazie al lavoro di molti critici più o meno “psicotronici” e alle dichiarazioni d’amore di alcuni registi famosi (primo fra tutti Tarantino, ovviamente). Quello che più mi piaceva di queste produzioni, che praticamente non esistono più, erano la libertà e la sfrontatezza assolute, il coraggio di mescolare e reinventare generi e sottogeneri narrativi, producendo i risultati più diversi: molte pellicole davvero brutte, ma anche tante chicche e parecchi film di culto.

Questo fumetto (già proposto dalle Edizioni BD fra il 2006 e il 2007) mi ha ricordato certi eccessi di quel cinema che fu, e mi sono molto divertito a leggerlo, conquistato soprattutto dal soggetto folle (cioè Pat Garrett e Billy the Kid in versione zombi) e dalla sceneggiatura serrata, oltre che dai protagonisti, massicci al punto giusto e senza compromessi. Le analogie con il cinema di genere italiano, però, si fermano al gusto per l’esagerazione e all’audacia di giocare con i grandi (stavolta Peckinpah e Romero), perché in questo caso non si tratta certo di un’operazione raffazzonata e a basso costo, come dimostra anche il coinvolgimento di tre ottimi disegnatori di levatura internazionale. E alla fine, nonostante la rischiosa traslazione, il film da cui prende spunto Garrett è stato trattato con rispetto, e possiamo dire che questa è soprattutto la storia di un’amicizia virile, intrisa di malinconia e romanticismo. Nonostante le budella sparpagliate, il sadismo e Gesù che imbraccia un Winchester. O forse, proprio per queste cose.
Alessio Bilotta
GARRETT
UCCIDERÒ ANCORA BILLY THE KID
(Cosmo Serie Nera #7)
Editoriale Cosmo | 208 pagg. b/n | 5,9 €
Sceneggiatura di
Roberto Recchioni
Disegni di
Riccardo Burchielli | Cristiano Cucina | Werther Dell’Edera
 
Reperibilità:
appena uscito in edicola,
ci rimarrà per un paio di mesi
Voto: 7,5
Per saperne di più:
Advertisements