Tag

, , , , ,

Ho deciso di inserire con regolarità, nella rubrica “Un fumetto al giorno?”, commenti su libri o albi erotici, perché questo genere, secondo me interessantissimo, non sta godendo al momento di troppa popolarità. Parto con Il bruco del giapponese Suehiro Maruo, tratto da un racconto di Edogawa Ranpo (pseudonimo che, per chi non lo sapesse, è l’adattamento in giapponese di “Edgar Allan Poe”).
La larva del titolo è un militare nipponico uscito orribilmente sfigurato, nonché mutilato di tutti e 4 gli arti, dalla guerra russo-giapponese: la storia illustra il rapporto morboso con la lasciva moglie Tokiko, in un susseguirsi di situazioni ed immagini decisamente per stomaci forti e cervelli indipendenti, disegnate con il caratteristico stile dell’autore, controllatissimo e preciso ma sempre in bilico fra il decadente e il grandguignolesco.
La rappresentazione della sessualità può avere una valenza politico-sociale molto forte, e in questo caso la collocazione temporale non sembra casuale; il nazionalismo che si insinua fra le pieghe della Storia e del racconto, seducendo con il suo fascino mostruoso, sembra sovrapporsi perfettamente ai continui rapporti sessuali fra i due protagonisti, uniti inesorabilmente da un sentimento violento di repulsione e attrazione contemporanee. Quasi la stessa sensazione stordente che ho provato guardando e leggendo il libro, un capolavoro di narrazione visuale ricco di soluzioni grafiche insolite e potentissime, e che, probabilmente, piacerebbe molto anche a Bataille.
Alessio Bilotta

IL BRUCO
Coconino Press
144 pagg. b/n
17 €
Di Suehiro Maruo (tratto da un racconto di Edogawa Ranpo)
Reperibilità: uscito nell’estate 2012, si può richiedere all’editore o in fumetteria
Voto: 9
Per saperne di più:
Annunci