Anche se nessuno si è preoccupato della nostra salute in questi lunghi giorni di assenza, noi di Slowcomix stiamo abbastanza bene. Certo, per come può stare bene chi attende prima la fine del mondo e poi il Natale, pur nella convinzione che il mondo sia già finito da un pezzo.

Ci sarebbero, in verità, tanti spunti interessanti da approfondire venuti fuori negli ultimi tempi, come ad esempio la questione se vi siano alcuni tipi di storia e/o certi modi di raccontare più adatti di altri alla grammatica e alla sintassi del Fumetto. Di sicuro, un qualcosa che può esistere solo in certi fumetti sono le zuffe fra pesi massimi, e soprattutto le domande che ne conseguono fra i loro lettori, esemplificate dal leggendario quesito “…è più forte Hulk o la Cosa?”, che infestava come la rogna le pagine della posta degli antichi albi Corno.
Abbiamo deciso di rendere omaggio a questa mitologia cercando di rispondere ad una domanda altrettanto difficile, che ben si inserisce nel clima di questi giorni incerti:
è più forte Gesù o Babbo Natale?
Ringraziando Trey Parker per averci ispirato, ma non potendo consultarci con Brian Boitano, cercheremo di rispondere con esempi tratti dalle nostre letture preferite.
Per cominciare, una sorprendente versione supereroistica del figlio di Dio, realizzata nientepopodimenoché da Neal Adams in persona per National Lampoon nel 1972 (qui in sacco di dettagli).
Chi volesse offrire altri contributi per dirimere la questione, è ovviamente il benvenuto.
Alessio Bilotta
Advertisements