WARNING! POST VIETATO AI MINORI!

Proprio nel post di ieri rimandavo al blog “The Groovy Age of Horror“: era un po’ di tempo che non lo visitavo, e mi sono accorto, con colpevole soddisfazione, che questi ragazzacci stanno dedicando un sacco di spazio ai vecchi tascabili a fumetti italiani con tematiche porno-horror che tanto successo ebbero negli anni ’70. Chiaramente si tratta di materiale di qualità bassissima, fatta eccezione per alcune copertine dipinte davvero di grande effetto, ma non vorrei che, come è già successo con certo cinema di genere italico, questi qua avessero l’occhio più lungo del nostro. Forse è giunto il momento per un revamping di Sukia, Cimiteria e Belzeba. O forse no. Intanto, godetevi Mandracca.

Tanto, ci pensa Alain Velon

 

Annunci