Il diario del lunedì – 03.2018

Tag

, , , , , ,

ECAB00C7-7CEB-44D9-816B-7D9D7D340EE6.jpegNella terza settimana dell’anno, le notizie che abbiamo selezionato comprendono un po’ di ghiotte anticipazioni e brevi considerazioni sulla prima fiera di settore del 2018.

Lorenzo Ceccotti in arte LRNZ, autore di Astrogamma, Golem e Monolith, disegnerà per Kodansha USA una storia inedita di Ghost in the Shell. Il fumetto, scritto da Brendan Fletcher e supervisionato direttamente da Masamune Shirow, creatore del manga originale, uscirà nel prossimo autunno all’interno dell’antologico Global Neural Network.

Pubblicato su Fumettologica un articolo molto approfondito a firma Matteo Stefanelli che analizza il mercato fumettistico italiano con considerazioni su editori, distribuzione, librerie e autori. Per citare l’autore, viviamo tempi interessanti, anche se fondate perplessità e possibili problemi si nascondono dietro l’angolo.

In un’intervista concessa a Esquire, Tito Faraci ha illustrato la linea editoriale e le prime uscite della nuova etichetta Feltrinelli Comics, di cui è curatore. Dopo il titolo d’esordio Un amore esemplare, di Daniel Pennac e Florence Cestac, sono annunciati, fra gli altri, La fine della ragione di Roberto Recchioni e il debutto di Josephine Yole Signorelli, nota finora per i cinici Fumettibrutti pubblicati su Facebook.

È scomparso improvvisamente per un malore Massimo Bragaggia, titolare della fumetteria trevigiana La tarantola e presidente del Treviso Comic Book Festival, una delle fiere di settore più amate dagli appassionati e dagli addetti ai lavori. Ci uniamo al cordoglio della famiglia e di tutte le persone vicine a Massimo.

È iniziata la lunga stagione delle fiere del fumetto (e correlati) con la seconda edizione di Firenze Comics, svoltasi in realtà nel comune di Campi Bisenzio. L’evento si è distinto per la bruttezza della locandina e la scarsa presenza di eventi ed espositori realmente legati al fumetto, ma è evidente che la parola magica “comics” ha ormai assunto un significato che va oltre quello letterale, riuscendo ad attirare quasi sempre un pubblico variegato, curioso e soprattutto pagante.

Alessio Bilotta

Annunci

Il diario del lunedì – 02.2018

Tag

, , , , , , , , , , , ,

E79187AE-C5BE-4406-AD16-C80E0A810250.jpegEd ecco le notizie più interessanti della seconda settimana dell’anno.

Dopo soli 8 numeri, l’innovativa serie Mercurio Loi pubblicata da Bonelli passa da mensile a bimestrale. Nel comunicato ufficiale, l’editore giustifica la scelta spiegando che questo particolare fumetto è molto complesso da realizzare e ha bisogno di più tempo rispetto ad altri titoli. Ci auguriamo che un mese in più di permanenza in edicola incuriosisca nuovi lettori e scongiuri lo spauracchio della chiusura a causa delle vendite scarse.

L’editore francese Dargaud annuncia la prossima pubblicazione di due nuovi album di Blueberry, il western creato nel 1963 per i testi di Jean-Michel Charlier e i disegni di Jean Giraud, più noto come autore fantascientifico con lo pseudonimo di Mœbius. Sono stati coinvolti gli autori pluripremiati Joann Sfar e Christophe Blain, che con il loro stile peculiare hanno l’arduo compito di raccogliere la pesante eredità di Giraud (scomparso nel 2012) in quella che sarà una delle uscite più attese del 2018.

A partire dal 2019, la Marvel riprenderà a pubblicare Conan The Barbarian, l’eroe pulp creato da Robert E. Howard nel 1932 i cui diritti erano stati acquisiti nel 2003 dalla Dark Horse. Nonostante l’insuccesso del film con Jason Momoa del 2011, la Casa delle Idee sembra credere ancora nel personaggio, che ricordiamo come uno dei suoi maggiori successi di sempre con le pubblicazioni degli anni ‘70 e ‘80 realizzate con il contributo di grandi artisti tipo John Buscema.

Il settimanale politico L’Espresso punta tutto su Zerocalcare affidandogli la realizzazione della copertina e di un fumetto di 14 pagine all’interno della rivista. Il tema scomodo del nazismo di ritorno è affrontato dall’autore romano con grande fermezza in 10 semplici considerazioni, che ovviamente non hanno mancato di suscitare polemiche fra i simpatizzanti della mostruosa ideologia (e non solo). Un altro grande pezzo di giornalismo disegnato che speriamo di vedere riproposto in un formato più importante.

Alessio Bilotta

Il diario del lunedì – 01.2018

Tag

, , , , ,

75F2F77F-73B4-4DF5-9214-1E2CA69A0138

Nella prima settimana dell’anno, funestata dall’inutile polemica sui sacchetti biodegradabili, non ci sono state troppe notizie interessanti dal mondo del fumetto. A seguire, quelle da conservare per il prossimo futuro.

L’autore Paolo Castaldi pubblica sul sito de Lo Spazio Bianco un pezzo con alcune interessanti considerazioni sul mercato, i compensi agli autori e l’editoria più in generale. Molti concetti erano già noti, altri forse sono un po’ semplificati, ma le considerazioni di Castaldi rimangono estremamente lucide e circostanziate, e leggere i numeri di vendite e percentuali fa sempre un certo effetto. Soprattutto quando Mondadori rende noto che per il libro più venduto in Italia nel 2017 (“Storie della buonanotte per bambine ribelli”) si parla di appena 470.000 copie.
Qui il pezzo di Castaldi.

Il vignettista di partito, nonché campione di qualunquismo, Mario Improta, meglio noto come Marione, sarà candidato alle prossime elezioni politiche, ovviamente per il M5S. Purtroppo gli oltre 52000 “like” alla sua pagina FB non fanno sperare in niente di buono. Nel frattempo, si ricorda il terzo anniversario del sanguinoso attentato che decimò la redazione di Charlie Hebdo, e apprendiamo che per i vignettisti francesi la vita è diventata molto, molto complicata. Qui un pezzo dell’ANSA in proposito.

Netflix distribuisce l’anime in 10 puntate Devilman Crybaby per la regia di Masaaki Yuasa, adattamento del celeberrimo manga di Go Nagai pubblicato per la prima volta nel 1972. Dopo 45 anni la storia si mantiene ancora parecchio disturbante e malata, e certe insolite scelte registiche ci fanno passare sopra ad alcuni eccessi voyeuristici. Consigliato anche a chi non conosce il personaggio.

La Marvel annuncia il prossimo lancio di una App per creare dei fumetti con i suoi personaggi. Non importa saper disegnare, il database di immagini e gli strumenti messi a disposizione dovrebbero consentire a chiunque di inventare una storia. Curiosa iniziativa, soprattutto analizzando le pesanti limitazioni da rispettare per i potenziali autori: forse puntano tutto su Squirrel Girl.
Qui il sito ufficiale.

Alessio Bilotta